home > News > PAGHE NEWS > NOVITA' NEL CAMPO DEI VOUCHER

NOVITA' NEL CAMPO DEI VOUCHER

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro con la circolare n.1 del 17/10/2016, ha fornito le prime indiczioni operative in ordine al decreto legislativo n. 185/2016, corrispettivo del Jobs Act, con cui il Gioverno ha introdotto alcune disposizione in materiale di lavoro accessorio, al fine di assicurarne una maggiore tracciabilità.

I committenti imprenditori non agricoli o professionisti che ricorrono a prestazioni di lavoro accessorio sono tenuti, almeno 60 minuti prima dell'inizio della prestazione, a comunicare alla sede territoriale competente dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, mediante sms o posta elettronica, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratori, indicando, altresì, il luogo, il giorno e l'ora di inizio e di fine della prestazione. I committenti imprenditori agricoli sono tenuti a comunicare, nello stesso termine e con le stesse modalità di cui al primo periodo, i dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore, il luogo e la durata della prestazione con riferimento ad un arco temporale non superiore a tre giorno.

In caso di violazione degli obblighi di cui al presente comma si applica la sensazione amministrativa da Euro 400,00 ad Euro 2.400,00 in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione.

In riferimento agli adempimenti previsti dalla norma, l'ispettorato ha precisato che nulla cambia in merito alla comunicazione di inizio attività all'Inps, che il committente deve efettuare, coo le consuete modalità (contact center, sede, internet).

L'elemento di novità introdotto dalle nuove disposizioni riguarda, invece, l'obbligo da parte del committante, di inviare, almeno 60 minuti prima della prestazione di lavoro, una e-mail alla direzione del lavoro competente indicando il CF e la ragione sociale del committente e quelli relativi alla prestazione di lavoro accessorio.

I dati del committente devono essere riportati anche nell'oggetto della mail.

La comunicazione dovrà essere inviata almeno 60 minuti prima dell'inizio della prestazione e nel caso di committenti non agricoli e per i professionisti dovrà indicare:

  • dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore
  • luogo della prestazione
  • giorno di inizio della prestazione
  • ora di inizio e fine della prestazione

Per gli imprenditori agricoli la mail dovrà parimenti essere inviata almeno 60 minuti prima della prestazione e dovrà contenere:

  • dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore
  • luogo della prestazione
  • durata della prestazione con riferimento ad un arco temporale non superiore a 3 giorni.

In caso di variazione a quanto già comunicato si dovrà provvedere ad una nuova comunicazione entro 60 minuti prima della variazione. 

Qualora sia CAF a provvedere all'attivazione del buono lavoro e all'inoltro della comunicazione prescritta, occorre che vengano forniti tutti i dati necessari CON UN CONGUO ANTICIPO, almeno il giorno prima dell'inizio della prestazione.

Caf declina ogni responsabilità in merito alle comunicazioni voucher che non dovessero risultae veritiere/omesse.

Per ulteriori info:

CAF UNCOM PIACENZA SRL

STRADA BOBBIESE 2

29122 PIACENZA PC

TEL 0523 461811

FAX 0523 451427